Picchia un’anziana e le rapina i gioielli per 50mila euro: preso minorenne nell’aversano

Picchia un’anziana e le rapina i gioielli per 50mila euro: preso minorenne nell’aversano

Il giovane, fingendo di essere un amico del nipote, si introduceva nell’ appartamento della vittima con l’intento iniziale di perpetrare una truffa ai suoi danni


SAN CIPRIANO D’AVERSA – Nella mattinata odierna, personale della Polizia di Stato della Questura di Caserta ed in particolare la Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Aversa, nell’ambito di indagini coordinate e dirette dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei minorenni di Napoli, dava esecuzione all’Ordinanza di custodia cautelare in I.P.M. emessa dal Giudice per le indagini Preliminari dello stesso Tribunale, nei confronti di P.F. classe 2003.

In tale contesto, il minorenne, è stato individuato quale autore di una rapina aggravata con lesioni, commessa a San Cipriano d’Aversa il 12.01.2021 nei confronti di un’anziana donna.

Il giovane, fingendo di essere un amico del nipote, si introduceva nell’ appartamento della vittima con l’intento iniziale di perpetrare una truffa ai suoi danni.

Successivamente, con artifici e raggiri, la induceva ad aprire una cassaforte a muro e poco dopo, accortosi che all’interno vi erano dei gioielli, aggrediva l’anziana con schiaffi a due mani e la spingeva fino a farle perdere l’equilibrio. In quei frangenti riusciva ad impossessarsi del contenuto della cassaforte (collane, braccialetti, anelli ecc) e di Euro 50 per un valore complessivo di Euro 50.000.

La malcapitata, ricorsa a cure mediche, veniva giudicata guaribile in un tempo superiore a 40 giorni per un politrauma di una vasta area escoriata sanguinante dell’avambraccio, ematoma in regione gamba sx, al volto e all’occhio sx.

La complessa e brillante attività info/investigativa, tenuto conto anche del peculiare modus operandi del giovane criminale, rimandava ad indagini per truffe ad anziani commesse sul territorio Napoletano e Casertano.

Gli investigatori pertanto visionavano le immagini di video sorveglianza del territorio Agro Aversano e riuscivano ad individuare l’autore dell’efferato delitto.

Una volta concluse le indagini e considerato il quadro probatorio emerso il Pubblico Ministero presso il Tribunale dei Minorenni di Napoli, chiedeva ed otteneva dal Giudice per le Indagini Preliminari, l’emissione di un’ Ordinanza di Custodia cautelare in I.P.M.

Stamattina, alle prime ore dell’alba, i Poliziotti del Commissariato di Aversa rintracciavano il criminale in un palazzo nel centro storico di Napoli alla Via Duomo procedendo materialmente al suo arresto..

Espletati gli atti di rito, il minorenne veniva condotto presso l’Istituto Penitenziario Minorile di Nisida (NA) a disposizione dell’A.G. procedente.