Sparatoria a Casoria, Gianluca lotta tra la vita e la morte; il padre: “Chi ha visto parli”

Sparatoria a Casoria, Gianluca lotta tra la vita e la morte; il padre: “Chi ha visto parli”

Sospettato l’ex della fidanzata che risulta irreperibile


CASORIA – Gianluca Coppola colpito da proiettili al torace e al collo lotta tra la vita e la morte. Il 27enne, lo scorso 8 aprile, è stato vittima di un agguato in viale Europa dove è stato colpito, pare,  da tre colpi di pistola alle spalle.

Ad assistere alla scena il padre di Gianluca che , secondo una prima ricostruzione, avrebbe visto un giovane scendere da uno scooter e sparare alle spalle de 27enne. Sul posto i carabinieri avevano trovato cinque bossoli 7,65. Alla base di quanto accaduto pare esserci il motivo passionale. Infatti dalle indagini è venuto fuori che Gianluca, in più occasioni, aveva discusso anche animatamente con un altro ragazzo del posto, ex fidanzato della sua attuale compagna. E ci avrebbe litigato anche poco prima di essere ferito a pochi passi da casa. Si sarebbe trattato, insomma, di una rappresaglia: i due avrebbero fatto a botte e l’altro si sarebbe procurato una pistola per vendicarsi. Il giovane, identificato, risulta al momento irreperibile.

LA RICHIESTA DEL PADRE

Il papà del giovane ha lanciato un appello: “Chi sa parli”. Richiesta a cui hanno dato voce in tanti, infatti nel gruppo sei di Afragola se hanno postato: “Ci uniamo alle parole di papà Roberto che ha il cuore ferito come questa foto 3 sono i colpi con i quali Gianluca sta ancora lottando per restare in vita. Gianluca che è semplicemente e meravigliosamente un ragazzo Solare…Educato…Gentile. Gianluca è il figlio, l’amico, il fratello, il cugino, il fidanzato, il conoscente di tutti noi.

Per questo se qualcuno sa, se qualcuno ha visto….parli. Anche se si ha paura, anche se non si ha il coraggio, non girate lo sguardo, denunciate, anche in forma anonima, ma raccontate quello che sapete.
Gianluca merita giustizia. Merita la verità. Perchè Gianluca siamo anche noi, persone perbene che si guadagnano da vivere onestamente, persone che non vivono di violenza, persone pronte ad aiutare il prossimo. Chi sa sa parli. E chi puó condivida. Perché tutto questo non accada mai più. #iosonoGianluca e sono CON GIANLUCA
LE CONDIZIONI DEL RAGAZZO
Gianluca è  ricoverato al Cardarelli, ancora in condizioni critiche e considerato in pericolo di vita. Le pallottole, come riportato da Fanpage,  gli hanno danneggiato i polmoni, i medici sono in attesa di un miglioramento per procedere con un delicato intervento chirurgico.