Tragica rapina a Marano, la decisione del Gip: Giuseppe Greco resta in carcere

Tragica rapina a Marano, la decisione del Gip: Giuseppe Greco resta in carcere

Il fermo non è stato convalidato dal Giudice Paone ma resta attiva la misura cautelare


MARANO – In merito alla vicenda legata alla morte dei due rapinatori a Marano, verificatasi venerdì scorso, è arrivata la decisione in merito al reo confesso dell’omicidio, “involontario” secondo il suo racconto, Giuseppe Greco (a sinistra in foto). Il giudice per le indagini preliminari Nicola Erminio Paone, infatti, non ha convalidato il provvedimento di fermo, non riconoscendo il pericolo di fuga, ma ha applicato la custodia cautelare in carcere.

Non è stata accolta la richiesta dei domiciliari e resterà dunque rinchiuso nel carcere di Poggioreale il 26enne che, passando con la sua auto sopra Ciro Chirollo e Domenico Romani, li ha uccisi dopo averli speronati ed inseguiti. La sua azione, però, come detto nell’udienza di oggi, è stata, a detta di Greco, involontaria. “Volevo soltanto inseguirli e prendergli il numero di targa, poi ho perso il controllo del veicolo”, ha precisato il giovane. 

LEGGI ANCHE:

Rapina con 2 morti tra Marano e Villaricca, Greco: “Li ho travolti involontariamente”