Tragico incidente stradale: Andrea, infermiere napoletano, muore a 46 anni

Tragico incidente stradale: Andrea, infermiere napoletano, muore a 46 anni

L’uomo, padre di un’altra futura infermiera, è uscito di strada con l’auto, che si è schiantata contro lo spartitraffico


CASSINO/NAPOLI – Tragico incidente ieri sera nel Lazio. Un uomo, Andrea Esposito, 46 anni, ha perso il controllo della sua Citroen C3 mentre dopo un turno di notte in ospedale ad Isernia stava tornando a casa, a Cassino. L’uomo, infermiere originario di Napoli, è deceduto lungo la Statale Venafrana nei pressi del bivio per Triverno, tra Roccaravindola e Venafro, precisamente al chilometro 26. Sul posto Carabinieri di Venafro, 118, Vigili del Fuoco e personale Anas.

In base ad una prima ricostruzione il cassinate, che lavorava al ‘Veneziale’, potrebbe essere rimasto vittima di un colpo di sonno o di un malore e per questo sarebbe finito contro lo spartitraffico in acciaio. Un impatto violentissimo che non gli ha lasciato scampo.

Andrea Esposito – come riporta frosinonetoday.it – seppur nato a Napoli era cresciuto a Cassino dove viveva in via Riccardo da San German e dove aveva frequentato tutte le scuole. Padre di una 24enne anch’essa futura infermiera, da 10 giorni  lavorava ad Isernia dopo aver viaggiato da pendolare per anni. Aveva conseguito la laurea in infermieria e aveva lavorato a Roma. I compagni di scuola e gli amici lo ricordano con grande affetto in diversi post pubblicati sulle pagine social.

I funerali di Andrea si svolgeranno, nel rispetto delle norme anticovid, martedì 13 aprile alle ore 10.30 nella chiesa di Sant’Antonio a Cassino.