Truffa sulla Domiziana, la denuncia: “Io fermato da finti finanzieri in posto di blocco e costretto a pagare”

Truffa sulla Domiziana, la denuncia: “Io fermato da finti finanzieri in posto di blocco e costretto a pagare”

“Mi ero insospettito e allora gli ho chiesto di mostrami il tesserino, ma lui mi ha risposto «Se vuoi ti mostro anche la pistola»”


LITORALE DOMIZIO – A denunciare la truffa è stato Gianni Simioli attraverso la segnalazione di un utente che ha prontamente pubblicato sul suo profilo Facebook: “Ciao Gianni buongiorno, ho appena ricevuto una “rapina” sulla Domiziana direzione Napoli. Ero con un mio dipendente a borgo del furgone quando due persone a bordo di un Alfa Romeo 156 color verde scuro si affiancano mostrano un finto tesserino (spacciandosi per finanzieri) e ci fanno segno di accostare”.

“Al che esce una persona alta, con una mascherina con un simbolo che riportava a quello della Finanza e ci chiede i documenti. Ingenuamente glieli mostriamo e ci inizia a dire che erano alla ricerca di due rumeni a bordo di un furgone che stavano cambiando banconote false ad un distributore di benzina locale. Ci fa poi altre domande, tipo cosa avevamo all’interno del furgone, e glielo mostriamo sempre con la massima trasparenza facendogli vedere i ddt e la fattura”.
“Al che mi inizio ad insospettire e gli dico ‘Ti abbiamo mostrato tutto, ma tu chi sei? Mostrami il tesserino’, lui mi risponde dicendo ‘Se vuoi ti mostro anche la pistola’. Dopo ciò si rivolge al mio dipendente, bravissimo ragazza e molto ingenuo originario di un paese vicino Caianello, dicendogli “tu che hai li sotto!?” (Indicando il cappotto) lui “nulla” alla seconda intimidazione gli mostra una fattura dove circa una ventina di minuti prima avevamo consegnato ad un nostro cliente ed incassato 1000€ in contanti”.
“Sempre il truffatore “fammi vedere il numero seriale delle banconote” gli strappa i soldi da mano e li incomincia a contare davanti a me. Io me li riprendo tirandoglieli da mano ma nel frattempo aveva già preso 470€. Detto ciò era solo per avvisare, chi come me, per lavoro si trova a passare spesso in quella zona e magari con qualche contante di stare attento. I 470€ li avrò anche persi ma per fortuna io e Alessandro siamo rimasti illesi, solo un grande spavento. Magari se puoi fare domani un annuncio per radio al tuo grandissimo programma “la radiazza” di cui ovviamente son Fan”.