Bonus genitori separati: gli importi massimi per figlio e tutto quello che c’è da sapere

Bonus genitori separati: gli importi massimi per figlio e tutto quello che c’è da sapere

La misura in aiuto dei lavoratori che devono versare l’assegno di mantenimento in favore dei figli e si trovano in difficoltà a causa del Covid


NAZIONALE – Bonus genitori separati o divorziati: in arrivo un contributo, fino ad un importo massimo di 800 euro mensili, per i lavoratori che devono versare l’assegno di mantenimento in favore dei figli e si trovano in difficoltà a causa del Covid.

È un emendamento al decreto Sostegni, ora in fase di conversione, che prevede l’istituzione di un fondo presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze per il 2021 volto ad erogare un aiuto economico in questo senso.

Il testo ufficiale della legge di conversione del decreto Sostegni è all’esame del Senato, e si attende il varo definitivo per un’analisi più approfondita delle novità in arrivo.

Nell’attesa, facciamo il punto delle regole previste dall’emendamento in questione in merito al contributo riconosciuto a chi ha perso, cessato o ridotto l’attività lavorativa.

Bonus genitori separati o divorziati, fino a 800 euro in arrivo nel DL Sostegni: a chi spetta?
Sono attesi nuovi aiuti in favore di genitori separati o divorziati che, per colpa della pandemia, non riescono ad assolvere in maniera continuativa all’obbligo di mantenimento dei figli.

L’emendamento al decreto Sostegni che istituisce questo bonus, prevede l’adozione di un fondo ad hoc con una dotazione di 10 milioni di euro per il 2021 che servirà all’erogazione di una parte dell’assegno previsto dall’articolo 156 del Codice Civile fino ad un massimo di 800 euro al mese.

Sarà un decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, di concerto con il Ministro dell’Economia, che dovrà essere adottato entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge di conversione, a stabilire i criteri e le modalità di erogazione di questi aiuti.

I destinatari della nuova misura, secondo quanto si legge nell’emendamento, dovrebbero essere genitori divorziati o separati che abbiano cessato, ridotto o sospeso la propria attività lavorativa a causa dell’emergenza sanitaria.

Ad ogni buon conto, le modalità operative con cui questo contributo verrà erogato si sapranno soltanto una volta emanato il citato decreto attuativo.

Bonus genitori separati o divorziati, una nuova misura a sostegno delle famiglie
La misura a sostegno dei genitori diverrà ufficiale con l’approvazione della legge di conversione del decreto Sostegni. La scadenza è fissata al 21 maggio 2021.

Sebbene non sia ancora definitivo, il contributo previsto per l’assegno di mantenimento si dovrebbe inserire all’interno di un pacchetto di futuri aiuti alle famiglie in difficoltà a causa del Covid che stanno per prendere il via grazie ai provvedimenti emergenziali ora in via di definizione.

In particolare, si ricorda che sono attese diverse misure di questo tipo tra cui meritano una menzione speciale:

la proroga del reddito di emergenza per giugno e luglio 2021 prevista con il decreto Sostegni bis che presto verrà approvato dal Governo;

la conferma dei buoni spesa anche per il 2021 con aggiunta di aiuti per pagare bollette e canoni di affitto in arrivo sempre con il decreto Sostegni bis.

Si ricorda inoltre che dal 1° luglio è atteso l’avvio dell’assegno unico per i figli istituito dalla Legge delega del 1 aprile 2021 numero 46 che, stando alle ultime novità, dovrebbe entrare in vigore a regime soltanto a partire da gennaio 2022.

FONTE: INFORMAZIONEFISCALE.IT