Camorra a Napoli est: arrestato Salvatore Nurcaro, bersaglio dell’agguato in cui fu ferita Noemi

Camorra a Napoli est: arrestato Salvatore Nurcaro, bersaglio dell’agguato in cui fu ferita Noemi

Il provvedimento cautelare ricostruisce l’esistenza del cartello criminale tra i Rinaldi/Reale/Formicola


NAPOLI – Nelle prime ore di questa mattina poliziotti della Squadra Mobile e del Commissariato San Giovanni-Barra hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di 37 persone, gravemente indiziati dei reati di associazione di tipo mafioso, tentato omicidio, estorsione, detenzione e porto di armi da fuoco aggravati. Tra gli arrestati anche Nurcaro Salvatore, obiettivo dei sicari del 3 maggio 2019 dove rimase ferita la piccola Noemi.

Nurcaro era stato già arrestato a dicembre 2019 in un’operazione della Guardia di Finanza di Napoli su un’organizzazione di narcotrafficanti dediti al traffico internazionale di droga con basi operative a Napoli e Roma. Le indagini culminate negli arresti di oggi si sono concentrate sul cartello criminale Rinaldi-Reale-Formicola, operante, prevalentemente nel quartiere di San Giovanni a Teduccio ma con ramificazioni in altre zone della città di Napoli nell’ambito della sfera di influenza, direzione e controllo dell’Alleanza di Secondigliano in contrapposizione con il clan Mazzarella.