Caso Aurora Leone, Eros Ramazzotti: “Non me la sento di scendere in campo”

Caso Aurora Leone, Eros Ramazzotti: “Non me la sento di scendere in campo”

Il rapper Shade minaccia di non scendere in campo in dubbio anche Ermal Meta


TORINO – Anche la Partita del Cuore 2021, che si terrà stasera all’Allianz Stadium di Torino, diventa teatro di polemiche e perde i pezzi. Già Eros Ramazzotti ha annunciato che “non se la sente di scendere in campo”, e altri hanno hanno minacciato di fare lo stesso se non arriveranno le scuse ad Aurora Leone che ha denunciato episodi di misoginia ieri sera durante la cena alla vigilia del match.

L’evento benefico per eccellenza in cui cantanti, calciatori e personaggi famosi scendono in campo uniti per raccogliere fondi per la ricerca contro il cancro, viene oscurato da una storia Instagram  pubblicata nella notte dall’attrice dei The Jackal che accusa Gianluca Pecchini, direttore generale della Nazionale italiana cantanti, di averle intimato di spostarsi in un altro tavolo perché quello era riservato a uomini. “Sei donna, non puoi stare qui”, le parole che avrebbe pronunciato Pecchini. Dai cantanti alla politica, fino a Gigi Buffon: di seguito le reazioni all’accaduto.

NAZIONALE CANTANTI

La nota della Nazionale Cantanti La Nazionale Cantanti non ci sta e subito respinge le accuse. “La Nazionale Italiana Cantanti, non ha mai fatto discriminazioni, di sesso, fama, genere musicale, colore della pelle, tipo di successo, e followers”, scrive infatti in una nota, dove ricorda alcune delle donne che negli anni sono state protagoniste delle iniziative. Da Madame a Rita Levi Montalcini, passando per Loredana Bertè, Gianna Nannini, Alessandra Amoroso e Gessica Notaro, oltre a Federica Panicucci, conduttrice della serata di quest’anno, e alla terna arbitrale. Quindi passa all’attacco. “Noi non possiamo accettare arroganza, minacce, maleducazione, e violenza verbale dai nostri ospiti”, prosegue il comunicato. Questa frase sembra riferirsi alla reazione indignata avuta dai due comici, in particolare da Ciro Priello, che avrebbe portato anche alla loro espulsione dall’albergo. La Nazionale Cantanti difende quindi il suo staff e i suoi 40 anni di storia sostenendo che si tratta solo di “qualcuno che cerca pubblicità ( e followers….)”. Ma questa mattina Enrico Ruggeri, in veste di Presidente e Capitano della Nazionale Cantanti, è intervenuto in una diretta Instagram per annunciare che sono stati presi dei provvedimenti contro chi ha allontanato Aurora Leone, si tratterebbe di due volontari. Il cantante ha poi invitato l’attrice a scendere in campo: “Ti aspettiamo per giocare insieme”. Subito dopo pranzo sono arrivate le dimissioni di Gianluca Pecchini.

EROS RAMAZZOTTI: “NON ME LA SENTO DI SCENDERE IN CAMPO”

Prese di distanza da ciò che è accaduto a Aurora Leone arrivano anche da alcuni dei membri della Nazionale Cantanti. Stiamo parlando di Eros Ramazzotti che secondo quanto ha raccontato la comica dei The Jackal è stato uno dei primi a mostrarle solidarietà ieri sera appena è successo il fatto. Il famoso cantante questa mattina si è espresso anche pubblicamente in un post Instagram in cui si dichiara “dispiaciuto per la situazione estremamente sgradevole in cui è stato coinvolto”. “Sono da sempre contro ad ogni forma di violenza e mi dissocio completamente da ogni atteggiamento discriminatorio”, continua Eros che annuncia che “a queste condizioni e con questa dirigenza” non se la sente di scendere in campo. Minacce di non partecipare alla partita a meno che “chi ha commesso questo grave errore sia pronto a prendersene la responsabilità e a fare le doverose scuse” anche da Andro, membro della band dei Negramaro, e da Albi, chitarrista del Lo Stato Sociale.

Il rapper Shade, che ieri non era presente alla cena perché impegnato col lavoro, minaccia di non scendere in campo “qualora non venissero presi provvedimenti”, dissociandosi da “qualsiasi comportamento sessista”. In dubbio anche Ermal Meta: “Non so se giocherò – confessa sui social -. Da una parte c’è una donna che ha sofferto di un comportamento ingiusto, dall’altra parte ci sono dei fondi per la ricerca che servono per salvare delle vite. Davvero non so che fare”.