Comunità sotto choc per la morte di Emanuele, ucciso dal Covid a 28 anni senza patologie pregresse

Comunità sotto choc per la morte di Emanuele, ucciso dal Covid a 28 anni senza patologie pregresse

Il ragazzo era stato ricoverato il giorno di Pasquetta, e da allora le sue condizioni sono peggiorate fino al decesso


MATINO (LECCE) – Letteralmente sotto choc la comunità del paese di Matino, in Puglia (in provincia di Lecce), per la morte di Emanuele Stefano, ucciso dal Covid a soli 28 anni e senza altri problemi di salute. Il virus non gli ha lasciato scampo. Il ragazzo viveva con la madre, che a sua volta era risultata positiva al Coronavirus. Era ormai ricoverato in ospedale dal giorno di Pasquetta, a Galatina.

Purtroppo le sue condizioni sono gradualmente peggiorate giorno dopo giorno, fino a quando i suoi polmoni non hanno risposto alle terapie e un paio di settimane fa è stato trasferito nel reparto di terapia intensiva del Dea di Lecce, dove le cose sono degenerate fino alla morte. «Stentiamo a crederci – commenta il sindaco del paese, Giorgio Toma, come riporta il Mattino – Tutti noi eravamo legati a Emanuele e dispiace non potergli tributare il giusto ricordo che avrebbe meritato».