Covid a Napoli, lutto nel mondo del giornalismo: Pietro Nardiello muore a 48 anni

Covid a Napoli, lutto nel mondo del giornalismo: Pietro Nardiello muore a 48 anni

Curava anche la trasmissione radiofonica “Tre Parole Fuori dal Vulcano”, in onda su Radio Rai


NAPOLI – Lutto nel mondo del giornalismo napoletano che piange la scomparsa di Pietro Nardiello di 48 anni che è deceduto in seguito a complicanze dovute al Coronavirus. Firma conosciuta nel mondo giornalistico della Campania, aveva collaborato con diverse testate locali e nazionali, oltre ad aggiudicarsi con l’antologia “Strozzateci tutti” il premio giornalistico “Paolo Giuntella” nel 2010.

Curava anche la trasmissione radiofonica “Tre Parole Fuori dal Vulcano”, in onda su Radio Rai, ed aveva collaborato in passato anche con il Dipartimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri per l’organizzazione di eventi.

Già ricoverato per le conseguenze della CoViD-19, appena pochi giorni fa, il 27 aprile, secondo quanto riporta Fanpage, aveva pubblicato su Facebook una foto senza casco in cui esultava: “Da oggi senza casco, con ossigeno e sulla poltrona”. Il suo ultimo messaggio, prima che le condizioni si aggravassero al punto tale che nella giornata di oggi Nardiello è deceduto.