Gestione illecita di rifiuti e ricettazione nel napoletano: 3 denunciati

Gestione illecita di rifiuti e ricettazione nel napoletano: 3 denunciati

Sottoposta a sequestro l’intera area interessata


NAPOLI – NELLA GIORNATA DELL’ 11 MAGGIO, NEL CORSO DELL’OPERAZIONE DENOMINATA “ORO ROSSO FINALIZZATA AL CONTROLLO DI DEPOSITI DI MATERIALE FERROSO, LA POLIZIA FERROVIARIA DI NAPOLI HA DENUNCIATO IN STATO DI LIBERTA’ PERSONE PER GESTIONE ILLECITA DI RIFIUTI E RICETTAZIONE.

IL PERSONALE POLFER HA FATTO INGRESSO IN UN’AREA ADIBITA ABUSIVAMENTE A DEPOSITO DI RIFIUTI FERROSI A CARDITO E UBICATA SOTTO UN CAVALCAVIA DELL’ASSE MEDIANO DOTATA DI TUTTA L’ATTREZZATURA NECESSARIA ALLA LAVORAZIONE DI RIFIUTI FERROS

IN QUEL SITO E STATA CONSTATATA LA PRESENZA DI TRE PERSONE: IL RESPONSABILE DELL’AREA DI STOCCAGGIO, IL PROPRIETARIO DI UN PIAGGIO APECAR CHE STAVA CONFERENDO DEI ROTTAMI IN FERRO E IL PROPRIETARIO DI UN CAMION CHE STAVA CARICANDO UNO SCARRABILE PIENO DI ROTTAMI

LE TRE PERSONE, TUTTE ITALIANE, SONO STATE IDENTIFICATE IL PRIMO, UN 43ENNE RESPONSABILE DELL’AREA DI STOCCAGGIO NON AUTORIZZATA E STATO DENUNCIATO PER RICETTAZIONE E GESTIONE ILLECITA DI RIFIUTI IL SECONDO 39 ANNI SORPRESO A CARICARE UNO SCARRABILE PIENO DI ROTTAMI IN FERRO E STATO DENUNCIATO PER GESTIONE ILLECITA DI RIFIUTI IL TERZO, 60ENNE, STAVA CONFERENDO DEI ROTTAMI IN FERRO TRASPORTATI A BORDO DI UN APE CAR E STATO DENUNCIATO PER GESTIONE ILLECITA DI RIFIUTI E RICETTAZIONE.

CAREA SU CUI ERA STATO COSTRUITO IL DEPOSITO L’ATTREZZATURA EI RIFIUTI SONO STATI SOTTOPOSTI A SEQUESTRO SONO IN CORSO ACCERTAMENTI PER RISALIRE ALLA TITOLARITA’ DELL’AREA