Giugliano, litorale “svenduto” ad un privato: interrogazione alla Giunta regionale

Giugliano, litorale “svenduto” ad un privato: interrogazione alla Giunta regionale

Il Comune di Giugliano, titolare del diritto di prelazione, non è stato interpellato sulla vicenda


GIUGLIANO IN CAMPANIA –  La zona della pineta di Varcaturo e la vecchia foce del Lago Patria svendute ad un privato. E’ lo scenario che rischia di realizzarsi a breve. La Regione Campania ha infatti indetto un’asta per l’acquisto di un terreno di oltre 300mila metri quadrati, comprensivo del Parco degli Uccelli, di una casa e di una struttura adibita a deposito, per circa 300mila euro. Un’unica persona si è presentata offrendo, appunto, quella cifra. Il Comune di Giugliano, titolare del diritto di prelazione, non è stato interpellato sulla vicenda e pertanto l’Amministrazione cercherà di bloccare l’iter burocratico della vendita mentre il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, ha presentato un’interrogazione in merito alla vicenda.

Questo il testo dell’interrogazione presentata alla Regione da parte di Borrelli:

“ASTA PUBBLICA PER LA DISMISSIONE DELLA PINETA ED ALTRI CESPITI SITI IN GIUGLIANO IN CAMPANIA ALLA VIA DEL BOSCO “

Al Presidente della Giunta regionale

Il sottoscritto consigliere regionale,

premesso che:

• con decreto dell’Ufficio Speciale Centrale Acquisti UOD 01 n. 89 del 12.03.2021, qui richiamato a formare parte integrante e sostanziale del presente decreto, è stata indetta, ai sensi dell’art. 60 del D. Lgs. 50/2016, la Procedura aperta n.3240/A/2021 “Asta pubblica per l’alienazione di immobili siti in Giugliano in Campania alla via del Bosco” da aggiudicare con il criterio del prezzo più alto;
• con decreto dirigenziale n. 272 del 30 aprile 2021 veniva aggiudicata l’asta all’unico partecipante il quale aveva presentato un’offerta con rialzo sull’importo a base d’asta di €10.850,00,pari al 3,50%, per un importo complessivo offerto di € 320.850,00;
• gli “immobili”, come genericamente definiti nell’oggetto del decreto e dell’avviso, risultano essere in realtà una minima parte dell’oggetto di gara, costituito come segue:
a) un’abitazione popolare, Categoria A/3, di mq 88;
b) un deposito, Categoria C/2, di mq 175;
c) un terreno classificato “pascolo”, di mq 21.040;
d) una pineta, definita “bosco alto” di mq. 273.365;
• nel recente passato, seppur con alterne vicende amministrative, l’area era affidata in concessione ad un’associazione che aveva creato un area il cd. “Parco degli Uccelli” che, svolgeva attività di accoglienza turistica, con visite guidate anche per gli studenti, ed area pic-nic;
• attualmente l’intera area risulterebbe occupata sine titulo come accertato dalla sentenza del Tribunale di Napoli che dovrà essere portata in esecuzione dall’aggiudicatario;

verificato che:
• l’area ricade all’interno della Riserva Naturale Costa di Licola ed è soggetto, oltre che alle prescrizioni di cui ai vincoli sopra citati, anche alle limitazioni imposte per la protezione dei siti Natura 2000 al fine di assicurare lo stato di conservazione degli habitat naturali e delle specie di fauna e flora selvatiche di interesse comunitario;
• inoltre, l’area ricade nella zona G4 del PRG del Comune di Giugliano in Campania, gravato dal vincolo di servitù militare, paesaggistico, idrogeologico, geologico, paesaggistico archeologico per una piccola porzione;

sottolineato che:
• l’intero cespite è potenzialmente funzionale ai programmi di valorizzazione ambientale e turistica del Litorale Domizio avviati dalla Regione, dall’Area Metropolitana di Napoli e dal Comune di Giugliano in Campania;

atteso che:
• non risulterebbe essere stata inviata da parte della Regione alcuna comunicazione dell’indizione dell’asta al Comune di Giugliano in Campania, sul cui territorio ricade interamente l’area, quale soggetto legittimato ad esercitare il diritto di prelazione;

interroga il Presidente della Giunta regionale per conoscere:
a) se non intenda sospendere ad horas, in attesa di puntuali verifiche, le procedure per la dismissione della Pineta e degli altri cespiti siti in Giugliano in Campania alla Via del Bosco oggetto di asta pubblica;
b) se siano state formalmente rispettate le procedure di indizione dell’ Asta pubblica ed in particolare se sia stata data formale comunicazione dell’indizione della gara al Comune di Giugliano in Campania, soggetto titolare del diritto di prelazione.

LEGGI ANCHE:

Giugliano, litorale svenduto dalla Regione Campania: ad un privato la pineta di Varcaturo e la vecchia foce