Ilenia morta carbonizzata nel napoletano, fermato un 36enne

Ilenia morta carbonizzata nel napoletano, fermato un 36enne

La giovane sarebbe stata picchiata e poi divorata dalle fiamme dalla cintola in su


NOLANO – Risaliva a qualche ora fa la notizia di una tragedia in provincia di Napoli, precisamente a San Paolo Bel Sito, che aveva visto coinvolta Ilenia Lombardo, giovane madre di 33 anni, il cui corpo è stato trovato carbonizzato nel suo appartamento in via Ferdinando Scala nel pomeriggio di ieri. L’allarme è scattato verso le 17 e 30, quando alcune persone hanno notato la fuoriuscita di fumo e fiamme da un appartamento di via Scala. Sul luogo sono arrivati vigili del fuoco e sanitari che hanno ritrovato il corpo semi-carbonizzato di Ilenia Lombardo.

All’interno della casa, i militari hanno ritrovato tracce di sangue e di altri elementi che avvalorano l’ipotesi del femminicidio, ed infatti, a distanza di poche ore dall’inizio delle indagini un 36enne è stato fermato su disposizione della Procura di Nola: la giovane sarebbe stata picchiata e poi divorata dalle fiamme dalla cintola in su.

IL POST SU FACEBOOK – L’ultimo cenno di vita da parte della vittima era avvenuto ieri mattina su  Facebook: “Lascio dire, lascio fare, lascio andare”, aveva scritto in un post apparso sulla sua bacheca. “Restare in silenzio non vuol dire non vedere e non sentire ma è segno di riflessione, valutazione e decisione”.