Lite con il capotreno per un dirigente senza mascherina, così il Cosenza è rimasto bloccato a Napoli

Lite con il capotreno per un dirigente senza mascherina, così il Cosenza è rimasto bloccato a Napoli

Alla fine il treno delle 14 e 40 è partito con più di mezz’ora di ritardo


NAPOLI – Sono stati momenti di grande tensione quelli vissuti alla stazione centrale di Napoli nel primo pomeriggio, quando il Cosenza Calcio è rimasto bloccato senza ripartire alla volta di Firenze. La squadra allenata da Occhiuzzi è attesa in giornata a Empoli per scendere in campo domani nel turno infrasettimanale di serie B.

Secondo le ricostruzioni, però, un dirigente della squadra calabrese si sarebbe abbassato la mascherina e avrebbe litigato col capotreno che gli ha poi intimato di scendere. A quel punto l’allenatore ha detto che sarebbe scesa tutta la squadra e il campionato di B si sarebbe fermato. Alla fine il treno delle 14 e 40 è partito con più di 30 minuti di ritardo.

Fonte: Il Mattino