Lutto nel mondo del calcio: è morto Tarcisio Burgnich, bandiera di Inter e Nazionale

Lutto nel mondo del calcio: è morto Tarcisio Burgnich, bandiera di Inter e Nazionale

Per la sua prestanza fisica fu soprannominato ‘Roccia’ da Armando Picchi, compagno di squadra. A lui si sono ispirati futuri specialisti della marcatura a uomo come Claudio Gentile e Pietro Vierchowod


VERSILIA – Lutto nel mondo del calcio. Questa notte è morto in Versila, dove viveva da molti anni, Tarcisio Burgnich, storica bandiera dell’Inter e della Nazionale. L’ex azzurro, nei giorni scorsi, aveva accusato accusato un malore e questa notte è deceduto al San Camillo di Forte di Marmi. Aveva 82 anni. Burgnich fu campione d’Europa nel 1968 e vicecampione del mondo nel 1970. Ha legato la sua carriera soprattutto all’Inter, di cui ha indossato la maglia dal 1962 al 1974.E’ stato uno dei pilasti della Grande Inter di Angelo Moratti e Helenio Herrera

Per la sua prestanza fisica fu soprannominato ‘Roccia’ da Armando Picchi, compagno di squadra nell’Inter e in Nazionale. A lui si sono ispirati futuri specialisti della marcatura a uomo come Claudio Gentile e Pietro Vierchowod. Burgnich se ne è andato proprio alla viglia del 50esimo anniversario della morte di Armando Picchi. Tarcisio Burgnich era nato a Ruda (Udine) il 25 aprile 1939.

Fu campione d’Europa nel 1968 e vicecampione del mondo nel 1970. Ha legato la sua carriera soprattutto all’Inter, di cui ha indossato la maglia dal 1962 al 1974.

FONTE: LANAZIONE.IT