Milano, carabiniere spara al Pitbull del rapinatore: avevano derubato una coppia di turisti

Milano, carabiniere spara al Pitbull del rapinatore: avevano derubato una coppia di turisti

Il militare è stato morso più volte al braccio ed alla gamba ed è stato necessario il ricovero in ospedale


MILANO – Nella nottata del 28 maggio 2021, in corso di Porta Ticinese/via Molino delle armi, alcuni carabinieri della pmz Milano-Duomo, durante un servizio di controllo del territorio, venivano avvicinati da due giovani turisti tedeschi che chiedevano aiuto, segnalando di essere stati poco prima aggrediti e rapinati da due uomini e da feroci pitbull. Nella circostanza raccontavano all’equipaggio che i due rapinatori gli avevano aizzato contro i pitbull inferociti, uno dei quali aveva morso alla gamba una delle vittime, asportando due collanine e altro.

I militari richiedevano prontamente soccorso alla centrale operativa e raggiungevano la piazza delle colonne di San Lorenzo dove, nonostante il coprifuoco, si trovavano di fronte ad un notevole assembramento di persone fra punck-bestia e altre di diversa provenienza, molte delle quali prive di mascherina e in violazione alle norme anti-covid. Fra la folla vi erano alcuni soggetti nordafricani che urlavano con rabbia insulti contro gli uomini in uniforme. Gli operanti individuavano, fra i tanti giovani, i due presunti rapinatori (indicati dalle vittime) e intimavano loro di legare i cani ad una ringhiera per poi sottoporli a controllo in tutta sicurezza.

Tuttavia uno di essi disattendeva l’invito anzi, divincolava il pitbull dal guinzaglio e lo aizzava contro un militare che veniva assalito e ferito con diversi morsi a un braccio e alle gambe. Non riuscendo a fermare il cane dai suoi potenti morsi, nonostante il collega spruzzasse in direzione della bestia lo spray urticante in dotazione senza sortire alcun effetto, il militare ferito si vedeva costretto a difendersi quindi a estrarre l’arma d’ordinanza e a sparare due colpi verso l’animale, ferendolo. Solo l’animale lasciava quindi la presa tenace e forte, tipica della razza. Durante la concitazione, dalla folla venivano lanciate bottiglie di vetro contro le auto di servizio e proferite urla e frasi offensive anche nei confronti degli altri carabinieri giunti nel frattempo in soccorso dei colleghi che riuscivano ad arrestare il proprietario del cane, trovato peraltro in possesso di uno spray urticante e di 2 grammi di hashish, quindi ad allontanarsi in tutta fretta dal luogo per ovvie ragioni di opportunità e ordine.

Uno dei ragazzi vittima della rapina veniva trasportato all’ospedale Fatebenefratelli dove veniva soccorso e suturato per le ferite riportate, il militare ferito veniva ricoverato presso lo stesso nosocomio per le cure del caso e trattenuto in osservazione. Il pitbull veniva successivamente rintracciato presso una clinica veterinaria ferito in modo non grave. L’arrestato, che dovrà risponde di rapina, violenza e resistenza a p.u., anche in questo caso e come per molti altri, risultava un soggetto extracomunitario (nordafricano) già noto alla giustizia.

COMUNICATO STAMPA