Napoli, controlli dei Carabinieri: genitori senza casco e con figli a bordo e violazioni norme anti- Covid: sanzioni e sequestri

Napoli, controlli dei Carabinieri: genitori senza casco e con figli a bordo e violazioni norme anti- Covid: sanzioni e sequestri

I controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni


NAPOLI – Carabinieri impegnati nell’ambito dei servizi disposti dal Comando Provinciale di Napoli  volti al contrasto dell’illegalità diffusa e alla verifica del rispetto delle norme anti-contagio.
Genitori senza casco e con figli a bordo 93 sanzioni anti-covid per il mancato rispetto del coprifuoco. Nel pomeriggio, i motociclisti del nucleo radiomobile di Napoli hanno effettuato un servizio mirato all’uso responsabile del casco nel rione sanità. 31 scooter sono stati controllati e di questi ben 17 sono stati sottoposti a fermo amministrativo mentre 7 sono stati addirittura sequestrati. I militari hanno sanzionato – per il mancato uso del casco – 22 centauri. Tra i vari cittadini indisciplinati anche 5 genitori che viaggiavano sullo scooter senza casco e con i propri figli a bordo senza alcun tipo di dispositivo di protezione.

I Carabinieri delle Compagnie Centro, Vomero e Bagnoli hanno effettuato mirati controlli sulla movida del sabato sera. I militari, insieme ai carabinieri del reggimento Campania, del nucleo cinofili e del Nas, hanno setacciato le strade dello “struscio” cittadino ed effettuato diversi controlli e perquisizioni. Tra le varie attività controllate, i carabinieri hanno sanzionato il titolare di una pizzeria in piazza san domenico maggiore per carenze igienico sanitarie. Al Vomero, invece, sequestrati 20 chili di merce (per assenza di tracciabilità alimentare) al titolare di un ristorante-pizzeria. Segnalati alla prefettura 10 assuntori di sostanza stupefacente e denunciati a Posillipo 4 parcheggiatori abusivi in zona Mergellina.

Ma è dopo le 23, all’inizio del coprifuoco imposto per limitare il fenomeno epidemico, che i Carabinieri – nel contesto particolarmente impegnativo e sensibile del centro storico– hanno agito con buon senso, equilibrio, ma anche doverosa fermezza. 93, in una sola notte, i cittadini (la maggior parte giovanissimi) sanzionati per l’inosservanza delle norme anti-covid relative alla violazione del coprifuoco. Sgomberate, in sequenza e facendo attenzione alla sicurezza di tutti evitando incidenti, Piazza S. Giovanni Maggiore, Largo Banchi Nuovi, piazza Bellini e Piazza S. Domenico Maggiore: 54 i ragazzi sanzionati per aver violato il coprifuoco. Durante le operazioni, i Carabinieri hanno controllato un bar nei pressi di piazza bellini. L’attività sembrava fosse chiusa ma gli schiamazzi al suo interno hanno catturato l’attenzione dei militari. 17 le persone che stavano consumando bevande al suo interno oltre l’orario consentito. Tutti sanzionati, anche il titolare che vedrà il suo locale chiuso per 5 giorni. 3 giovanissimi sono stati sanzionati anche in piazza carolina, sorpresi in giro a notte fonda senza giustificato motivo. Al vomero, sono 16 le persone che sono state sanzionate per aver violato il coprifuoco e 5 gli scooter sequestrati, i cui conducenti sono stati trovati senza casco. Nel rione traiano, i carabinieri hanno denunciato e sanzionato 2 persone – padre e figlio -per accensioni ed esplosioni pericolose. I militari li hanno sorpresi mentre accendevano in strada 30 batterie di fuochi d’artificio. Erano presenti anche degli “spettatori” che all’arrivo dei carabinieri si sono dileguati.