Napoli, lotta ai reati ambientali e al lavoro nero: chiuse 2 officine e 2 persone nei guai

Napoli, lotta ai reati ambientali e al lavoro nero: chiuse 2 officine e 2 persone nei guai

L’identificazione è avvenuta a seguito di un’attività di controllo da parte dei militari


NAPOLI – I carabinieri della compagnia Poggioreale insieme a quelli del nucleo ispettorato del lavoro e del gruppo forestale di Napoli hanno denunciato due uomini nell’ambito di un servizio di contrasto ai reati ambientali, disposto dal comando provinciale di Napoli. Il primo, un 49enne di Poggioreale già noto alle forze dell’ordine, è stato segnalato all’autorità giudiziaria per esercizio abusivo di un officina meccanica in Via dello Scirocco. Privo delle autorizzazioni prescritte gestiva illecitamente i rifiuti prodotti dall’attività e garantiva lavoro “in nero” ad un dipendente. I locali sono stati sottoposti a sequestro, l’uomo sanzionato per oltre 7700 euro.
Ancora a Poggioreale i militari hanno denunciato un 27enne incensurato, titolare di un officina abusiva in Via Stadera,nella quale venivano effettuati lavori di auto-riparazione. Anche in questo caso è stato individuato un lavoratore irregolare: per il ventisettenne una multa di 5600 euro circa.