Napoli, medico del 118 colpito con un calcio al petto da un paziente autolesionista

Napoli, medico del 118 colpito con un calcio al petto da un paziente autolesionista

Sul posto sono giunti i Carabinieri che hanno prelevato il facinoroso e lo hanno trasportato in ospedale


NAPOLI – Ennesima aggressione al personale sanitario a Napoli. A riassumere la vicenda è la pagina Facebook “Nessuno Tocchi Ippocrate”.

Questo il post:

“Ieri sera intorno alle 21 l’equipaggio 118 della postazione Ponticelli è stato allertato per la presenza di un paziente autolesionista in via Vera Lombardi. Siccome Il soggetto era già noto al servizio 118, l’ambulanza è stata scortata dai carabinieri .

Appena entrati presso il domicilio, il paziente ha chiesto di parlare con il medico. Quest’ultimo si è avvicinato ed è stato sbalzato a terra con un calcio in pieno petto, davanti agli occhi delle forze dell’ordine .

A quel punto – si legge ancora nel post via social – sono state allertate altre volanti, che sono così diventate 7 in totale, che hanno trasferito, con la loro auto, il paziente all’Ospedale del Mare poiché all’aggressione fisica sono seguite minacce pesanti a carico dei sanitari del 118.

Il facinoroso, appena entra in Pronto soccorso aggredisce anche l’infermiere del triage. Il medico del 118 aggredito ha scelto di non refertarsi per poter continuare il servizio viste le poche ambulanze”.