Napoli, un murale dedicato a Mario Paciolla: il volontario fu trovato morto in Colombia

Napoli, un murale dedicato a Mario Paciolla: il volontario fu trovato morto in Colombia

De Magistris: “Sono passati già nove mesi dalla sua scomparsa e ancora siamo in attesa della verità. Quest’opera non ha solo l’intento di ricordare la figura di Mario ma anche quello di non far calare l’attenzione su una vicenda terribile”


NAPOLI – E’ stato inaugurato a Napoli, nel parco dedicato a Kobe Bryant nei pressi della metropolitana di Montedonzelli, un murale dedicato Mario Paciolla, volontario dell’Onu napoletano che fu trovato morto in Colombia nel luglio del 2020. Sulle cause della morte (omicidio o suicidio?) non è ancora stata fatta chiarezza e proseguono le indagini.

Questo il post del Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, sulla sua pagina Facebook:

“È stato inaugurato questa mattina, a via dell’Erba, il murale dell’artista Luca Carnevale dedicato a Mario Paciolla. L’opera di creatività urbana è stata realizzata in un luogo molto caro a Mario, nel parco dove aveva l’abitudine di giocare a basket con i suoi amici.

Sono passati già nove mesi dalla sua scomparsa e ancora siamo in attesa della verità. Quest’opera non ha solo l’intento di ricordare la figura di Mario ma anche quello di non far calare l’attenzione su una vicenda terribile ed oscura. Noi non smetteremo mai di spegnere i riflettori su ciò che avvenne in Colombia il 15 luglio di un anno fa, e saremo sempre in prima linea per esigere verità e giustizia.
W Mario e tutti i giovani che rischiano la vita per garantire umanità e pace”.