Non accetta la fine della storia, 20enne picchia il padre dell’ex con una mazza da baseball: “Vi uccido”

Non accetta la fine della storia, 20enne picchia il padre dell’ex con una mazza da baseball: “Vi uccido”

Le indagini hanno consentito di accertare la commissione da parte dell’indagato di atti persecutori ai danni dell’ex fidanzata diciasettenne e dei suoi familiari


MACERATA CAMPANIA – Tormenta l’ex fidanzata minorenne e la famiglia perchè non accetta la fine della loro storia. In un episodio ha anche aggredito il padre della ragazza colpendolo ripetutamente con una mazza da baseball: chiesta custodia cautelare in carcere per un 20enne.

Nella mattinata odierna, i Carabinieri della Stazione di Macerata Campania hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa della custodia cautelare in carcere, emessa dall’Ufficio GIP del Tribunale di Santa Maria C.V., su conforme richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti di A.R., un ventenne con precedenti penali originario di Marcianise, gravemente indiziato dei reati: atti persecutori (art. 612 bis C.P), minaccia aggravata (art. 612 co. 2 c.p.), danneggiamento (art. 635 c.p.), violenza privata (art. 610 c.p.) e lesioni personali aggravate (art. 582-585 c.p.). Le indagini hanno consentito di accertare la commissione da parte dell’indagato, a partire dal mese di luglio 2020, di plurime condotte moleste, lesive ed intimidatorie ai danni dell’ex fidanzata diciasettenne e dei suoi familiari, dinamica criminale motivata da ingiustificata gelosia e dal rifiuto di accettare la fine della loro relazione sentimentale.

L’indagato perseguitava la minore, appostandosi sistematicamente presso la sua abitazione e innanzi alla sua scuola, danneggiando la finestra della dimora e la porta d’accesso, minacciando ripetutamente la ragazza di ucciderla, giungendo persino ad intimidire i familiari della ragazza, escalation violenta che culminava nell’aggressione ai danni del padre di quest’ultima che, in data 23 aprile u.s., veniva raggiunto alla guida della propria auto, costretto a scendere dalla stessa dopo un intenzionale tamponamento e, poi, colpito ripetutamente al capo con una mazza da baseball.

l provvedimento rientra nell’ambito della prioritaria azione di contrasto operata da questa Procura della Repubblica per la repressione del dilagante fenomeno della violenza di genere e domestica, a tutela delle persona vulnerabili.