Omicidio Apicella, la richiesta di ergastolo per i tre Rom arrestati al campo di Giugliano

Omicidio Apicella, la richiesta di ergastolo per i tre Rom arrestati al campo di Giugliano

La moglie si è costituita parte civile assieme ai genitori dell’agente ucciso.


NAPOLI – Tre ergastoli e un isolamento diurno. Questa è  la richiesta, come riportato da il Mattino, della Procura a carico dei 3 cittadini rom ritenuti responsabili dell’omicidio di Pasquale Apicella, l’agente scelto travolto da una banda di rapinatori un anno fa in via Capodichino.

Omicidio volontario, rapina, ricettazione, resistenza sono le accuse vibrate dai pm Curatoli e Battirolo, al termine di un processo in cui la moglie (difesa dal penalista Gennaro Razzino), si è costituita parte civile assieme ai genitori dell’agente ucciso.