Prodotti ittici privi di tracciabilità: sequestrate 2 tonnellate, multa da 26mila euro

Prodotti ittici privi di tracciabilità: sequestrate 2 tonnellate, multa da 26mila euro

Il blitz di Guardia Costiera e Capitaneria di Porto in un importante centro ittico del napoletano


SORRENTO/CASTELLAMMARE – Al fine di continuare ad assicurare la qualità dei prodotti agroalimentari e tutelare la salute di cittadini nella imminente ripartenza della stagione turistica, un importante centro ittico
nel Comune di Sorrento, dotato di vasche per la stabulazione di mitili e specializzato nella fornitura a mezzo catering di diverse strutture alberghiere e ristoranti della penisola e delle isole campane, è stato oggetto di attività di verifica amministrativa e controllo sulla tracciabilità e qualità dei prodotti ittici.

Le operazioni, coordinate dal Centro Controllo Area Pesca della Direzione Marittima di Napoli e dalla Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Castellammare di Stabia, hanno partecipato gli Ispettori pesca della Guardia Costiera stabbiese, i Carabinieri del Nucleo Ispettorato Nazionale del Lavoro di Napoli e personale dell’ICQRF del Mipaaf, hanno portato al sequestro di oltre 2 TONNELLATE di prodotti ittici e a sanzioni per 26.000 euro.
Gli ispettori dell’ICQRF, in particolare, hanno proceduto al campionamento per analisi dei prodotti alimentari, agli accertamenti per tracciabilità e alla verifica dell’etichettatura su tutti i prodotti alimentari trattati all’interno dell’azienda, con accertamenti incrociati in tutta Italia presso i fornitori.

Il risultato raggiunto rientra nell’ambito della collaborazione tra Enti e Forze di Polizia tesa a garantire che le caratteristiche di sicurezza e qualità degli alimenti siano costantemente di alto livello, come universalmente riconosciuto alle produzioni italiane.