Rissa su un bus nel napoletano: in 6 si prendono a pugni, tutti denunciati

Rissa su un bus nel napoletano: in 6 si prendono a pugni, tutti denunciati

Durante il viaggio, uno dei “contendenti” era inciampato su una donna, non chiedendo scusa. Il marito ha reagito violentemente e da lì si è scatenato il caos


ISCHIA – Sono 6 le persone che i carabinieri del nucleo operativo di Ischia hanno denunciato per interruzione di pubblico servizio e lesioni personali gravi. Una famiglia di 5 napoletani viaggia in autobus. Durante il viaggio uno di questi inciampa e cade su una donna, a bordo in compagnia del marito senegalese.

L’uomo non chiede scusa e il suo gesto maleducato viene prontamente rimarcato dal marito della donna. La discussione diventa sempre più aspra e il 41enne senegalese – incensurato come tutti gli altri attori della vicenda – colpisce con un violento pugno al volto il suo contendente.

E’ in quel momento che gli altri 4 napoletani – tra questi anche una donna –  si scagliano sul cittadino africano, ormai da anni regolarmente in Italia.

L’autista del bus, intanto, interrompe la marcia, tenta di placare gli animi e in cambio riceve un pugno al petto.
Il 41enne se la caverà con 5 giorni di prognosi mentre il 37enne napoletano che ha ricevuto il pugno  faccia dovrà affrontare 30 giorni di riposo per la frattura del setto nasale.

Per l’autista dell’autobus, invece, 2 giorni di prognosi.