Spedizione punitiva contro l’amante del marito, arriva la sentenza: carcere per 5 donne

Spedizione punitiva contro l’amante del marito, arriva la sentenza: carcere per 5 donne

Le aggressioni riguardavano anche la figlia della vittima, picchiata anche quando era incinta


TORRE ANNUNZIATA – Arriva la condanna per 5 donne di Torre Annunziata, colpevoli di aver organizzato una spedizione punitiva nei confronti di una donna, amante del marito di una di loro, e sua figlia, quest’ultima picchiata anche quando era incinta. Più di 30 anni di carcere in totale, questa la sentenza in primo grado nei confronti di Anna De Simone e delle sue quattro figlie Valeria, Patrizia, Miriana e Annunziata Iovene, condannate tutte per lesioni gravi in concorso.

Per Valeria e Miriana Iovene la condanna è di 6 anni e 7 mesi; per Patrizia 6 anni e 6 mesi; per Annunziata, invece, 6 anni e 3 mesi; Infine per la mamma Anna De Simone, la pena è di 4 anni e 2 mesi. Inoltre hanno agito grazie all’aiuto di un altro figlio di Anna, Salvatore Iovine, e di Vittorio Nappi, entrambi già condannati a 4 anni di reclusione.

Le indagini partono dallo scorso aprile, quando la vittima ha sporto denuncia raccontando di una brutale aggressione e di due uomini che le avevano portato via l’automobile. Spaventata, la donna si trasferisce a Boscoreale per sfuggire ai suoi aguzzini. Il 7 aprile un furgone bianco ha affiancato la sua auto, Vittorio Nappi e Salvatore Iovene scendono dal loro veicolo, la tirano fuori dall’abitacolo della macchina e cominciano a prenderla a pugni e calci.

La donna riesce comunque ad alzarsi e a rifugiarsi a casa di un’amica, ma ciò non basta: gli uomini scappano con l’auto della vittima mentre sul posto arrivano 5 donne, le 4 figlie impugnavano delle forbici mentre la madre era arrivata armata di pistola. La donna è stata salvata dall’arrivo dei Carabinieri.