Strage in Nigeria: barca fluviale affonda nel fiume Niger, si temono oltre 140 vittime

Strage in Nigeria: barca fluviale affonda nel fiume Niger, si temono oltre 140 vittime

L’imbarcazione era stata progettata solo per un massimo di 80 persone, mentre erano presenti più del doppio


NIGERIA – Nigeria, barca fluviale con 160 persone a bordo affondata nel fiume Niger: 140 morti. L’imbarcazione si è capovolta nel fiume mentre attraversava lo stato di Kebbi, nel nord-ovest del Paese. Nell’incidente, 140 persone sono morte. Si stima che il sovraccarico sia stata la causa del naufragio poiché la nave era stata progettata solo per un massimo di 80 persone, mentre erano presenti più del doppio. Continua la ricerca per i passeggeri dispersi. Nello specifico la nave fluviale trasportava oltre 160 persone e molti sacchi di sabbia destinati a una miniera d’oro e si è capovolta nel fiume. Stava viaggiando da Lokon Minna a Wara nel Kebbi. I soccorritori sono riusciti a salvare 22 persone, trasportate all’ospedale.

“Gli incidenti in barca”, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti“, “sono comuni sulle vie navigabili della Nigeria poiché le navi sono spesso sovraccariche e mal tenute, come avvenne il 12 marzo 2014”.