Tragedia in montagna, crolla funivia: ci sono almeno 9 morti

Tragedia in montagna, crolla funivia: ci sono almeno 9 morti

Due bambini, a quanto si apprende da fonti del 118, sono stati trasportati con l’elisoccorso in codice rosso all’ospedale Regina Margherita di Torino


VERBANIA – Grave incidente sul Mottarone, nella zona di Stresa, in provincia di Verbania, dove si è staccata una cabina della funivia. Secondo le prime indiscrezioni, sarebbero almeno 9 le vittime confermate. Tre i feriti. Due bambini, a quanto si apprende da fonti del 118, sono stati trasportati con l’elisoccorso in codice rosso all’ospedale Regina Margherita di Torino. L’incidente sarebbe stato causato dal cedimento di una fune, nella parte più alta del tragitto che, partendo dal lago Maggiore arriva a quota 1.491 metri.

Le corse durano una ventina di minuti. Il cedimento della fune si è verificato poco prima della stazione di arrivo. La cabina è crollata in un tratto boscoso e impervio, dove le operazioni di soccorso non sono facili. Sul posto i vigili del fuoco del comando provinciale di Verbania, quelli del distaccamento di Gravellona Toce e di Stresa, in azione anche un elicottero dei vigili del fuoco e due del 118.  Non è chiaro quanti passeggeri ci fossero a bordo, la capacità di trasporto è di 40 persone per cabina.

La funivia del Mottarone, è stata aperta il 24 aprile dopo il periodo di chiusura dovuta alle restrizioni Covid.  L’impianto collega il Piazzale Lido di Stresa alla vetta della montagna che divide il Lago Maggiore da quello di Orta. Un tratto panoramico della durata di 20 minuti diviso in due tronconi.  La funivia era stata completamente revisionata e sottoposta a manutenzione straordinaria tra il 2014 e il 2016. L’impianto venne chiuso nel 2014 e riaperto il 13 agosto 2016.

La Funivia venne inaugurata ed entrò in servizio il 1° agosto 1970. L’impianto bifune venne suddiviso in due tronconi: da Stresa all’Alpino di 2.351 metri e dall’Alpino al Mottarone di 3.020 metri.