Assurdo a Napoli, bimbo di 13 anni vaga da solo in Autostrada: salvato dalla Polizia

Assurdo a Napoli, bimbo di 13 anni vaga da solo in Autostrada: salvato dalla Polizia

Quando gli agenti lo hanno recuperato, il ragazzino era molto stanco, stremato, e assetato


NAPOLI – Ha veramente dell’assurdo quanto accaduto a Napoli dove un ragazzino di soli 13 anni è stato ritrovato dalla Polizia Stradale me tre vagava da solo a piedi in Autostrada.

Era molto stanco, stremato, e assetato. Gli agenti hanno notato il 13enne camminare sulla corsia d’emergenza del tratto autostradale, in direzione Casoria e, dopo aver adottato tutte le misure necessarie a garantire la sicurezza del bambino e degli automobilisti che transitavano, lo hanno avvicinato.

Agli agenti che hanno incrociato il suo cammino, il 13enne, residente nella provincia di Caserta, ha raccontato la sua storia. Con l’intenzione di raggiungere un amico, residente nella provincia di Napoli, il 13enne era salito su un treno regionale ma, per distrazione, non era sceso alla fermata giusta, arrivando fino alla Stazione Centrale di Napoli. Non avendo soldi per acquistare un altro biglietto del treno, il 13enne aveva così deciso di proseguire a piedi, impostando l’indirizzo di casa dell’amico sul navigatore cellulare. Dopo 90 minuti di cammino, il bambino si era ritrovato sull’Autostrada, ritrovandosi a quel punto senza cellulare, che si era spento a causa dell’esaurimento della batteria.

Soccorso dai poliziotti, il 13enne è stato portato presso gli uffici della sottosezione di Napoli Nord della Polstrada, dove è stato rifocillato. A quel punto, gli agenti hanno avvertito i genitori, giunti poco dopo: la mamma e il papà del 13enne hanno ringraziato gli agenti per aver evitato che il figlio potesse incorrere in conseguenze peggiori.