Beccato a sversare rifiuti, polizia scopre che l’auto non è assicurata: sanzionato

Beccato a sversare rifiuti, polizia scopre che l’auto non è assicurata: sanzionato

Il Comandante Colonnello Antonio Piricelli lascerà l’incarico che lo ha visto dirigere per circa sei mesi il Comando di Polizia Locale di Casandrino


CASANDRINO – Tra qualche giorno il Comandante Colonnello Antonio Piricelli lascerà anticipatamente per sua volontà l’incarico che lo ha visto dirigere per circa sei mesi il Comando di Polizia Locale di Casandrino. Da quando si è insediato ha dichiarato guerra a coloro che in modo spregiudicato non rispettano l’ambiente mettendo a rischio la salute dei cittadini. Senza sosta in modo incessante continua il controllo del territorio, pugno duro e fermezza del Comandante Colonnello Antonio Piricelli verso chi commette gravi crimini ambientali. Avviati numerosi controlli di monitoraggio del territorio finalizzato a reprimere e contrastare vari fenomeni tra cui quello della “ TERRA DEI FUOCHI”. Nell’ambito delle attività di controllo generale, il Comandante Piricelli, unitamente ai suoi uomini, ha avviato un’accurata attività di indagine per risalire a colui che ha abbandonato un ingente quantitativo di rifiuti vari sulla pubblica strada in Via Lavinaio depositati senza alcuna autorizzazione. Dalle attività poste in essere attraverso l’utilizzo di telecamere allocate in alcuni punti del territorio si è riusciti a risalire ad un veicolo del quale purtroppo non era molto chiaro il numero di targa. Sono state avviate attività di indagine meticolose e dopo una serie di accertamenti è stato individuato colui che ha posto in essere tale attività in dispregio alle normative vigenti in materia ambientale. Lo stesso è stato invitato a presentarsi per indagini di Polizia Giudiziaria presso il Comando di Polizia Locale. Dagli accertamenti è emerso che per trasportare i vari rifiuti è stato utilizzato un veicolo risultato essere di sua proprietà ma privo dell’assicurazione. Per quanto emerso dalle attività di indagine per le azioni crimonose poste in essere in essere in dispregio alle normative vigenti in materia ambientale Dlgs 152/2006, sono stati contestati i reati ipotizzati di “ gestione illecita di rifiuti, abbandono di rifiuti, trasporto di rifiuti senza autorizzazioni ed assenza dei formulari. Dopo aver ricevuto l’invito a presentarsi lo stesso ha provveduto ad assicurare il veicolo, quindi successivamente ai fatti che gli vengono contestati. Per i gravi reati posti in essere il cittadino è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per le ipotesi di reato, per aver commesso i reati utilizzando un veicolo privo di assicurazione si è proceduto al sequestro amministrativo del veicolo ai sensi dell’articolo 193 del Codice della Strada. Continua l’attività di monitoraggio del territorio in materia di contrasto al grave fenomeno della Terra dei Fuochi.