Camilla morta per una trombosi dopo il vaccino, i suoi organi saranno donati: “Salveranno 5 vite”

Camilla morta per una trombosi dopo il vaccino, i suoi organi saranno donati: “Salveranno 5 vite”

La ragazza si era vaccinata con AstraZeneca il 25 maggio in un open day per gli “over 18”


GENOVA – Camilla Canepa è morta a soli 18 anni per una trombosi al seno cavernoso con emorragia cerebrale, si era vaccinata con AstraZeneca il 25 maggio durante un “open day” per over 18. I genitori hanno acconsentito alla donazione degli organi e così ora Camilla, che aveva già subito due operazioni nel tentativo di salvarle la vita, una per rimuovere il trombo e una per ridurre la pressione sanguigna, aiuterà ora a vivere 5 persone.

L’espianto è avvenuto dopo il decesso, all’ospedale San Martino di Genova, come ha riferito il governatore della Liguria Giovanni Toti, con un post su Facebook, dove si legge: “Grande dolore per la scomparsa di Camilla, la 18enne morta all’ospedale San Martino di Genova per trombosi. Tutta la Liguria si stringe intorno alla famiglia e agli amici della ragazza, alla città di Sestri Levante dove viveva e ai suoi genitori che con grande generosità hanno acconsentito alla donazione degli organi, che salveranno altre 5 vite”.