Camorra, blitz contro il clan Abbinante: in manette anche il ras Antonio

Camorra, blitz contro il clan Abbinante: in manette anche il ras Antonio

Sono 5 gli arresti messi in atto nel Rione Don Guanella dagli agenti della Questura di Napoli


NAPOLI – Diverse pattuglie impegnate in strada ed un elicottero a sorvolare il quartiere per controllare lo svolgimento delle operazioni. Così, su direzione della squadra mobile, gli agenti della Questura di Napoli hanno messo a segno un vero e proprio scacco al clan Abbinante a Secondigliano.

Gli agenti, su disposizione della Direzione distrettuale antimafia, hanno dato esecuzione ad un ordine di custodia cautelare in carcere nei confronti del ras Antonio Abbinante, già agli arresti domiciliari, del nipote Raffaele Abbinante, di Arcangelo Abbinante, Antonio Esposito e Salvatore Monriale.

Nei loro confronti l’accusa è di associazione a delinquere di stampo camorristico e tentato omicidio. Durante il blitz che ha portato ai loro arresti, il rione Don Guanella è stato completamente avvolto dalle volanti che hanno di fatto braccato i destinatari del provvedimento.

Un risultato importante nella lotta alla camorra, dunque, se si considera che il clan Abbinante, nato dalla scissione con il sodalizio criminale dei Di Lauro e operante nella zona di Secondigliano, è considerato dagli inquirenti in prima linea nel controllo delle piazze di spaccio nel quartiere.