Caos vaccini a Napoli, prescrivono Pfizer ma somministrato Astrazeneca per errore a 44 persone

Caos vaccini a Napoli, prescrivono Pfizer ma somministrato Astrazeneca per errore a 44 persone

Anche sul certificato è stato attestato l’utilizzo del siero americano. Le persone coinvolte sono state contattate dall’Asl che ha provveduto a spiegare quanto accaduto


NAPOLI – È accaduto domenica, 30 maggio, nel centro vaccinale della Fagianeria a Capodimonte, dove 44 persone sono state vaccinate per errore con AstraZeneca, invece che con il vaccino di Pfizer come gli era stato comunicato.

Secondo quanto riportato dall’edizione napoletana de “La Repubblica” si sarebbe trattato di un errore del farmacista incaricato di prendere il flacone: anziche’ Pfizer ha scongelato il vaccino sbagliato e preparato siringhe (si trattava della prima dose) contenenti il siero anglo-svedese.

Infatti, secondo quanto comunicato dall’Asl del territorio, neppure chi ha somministrato i vaccini era a conoscenza dell’errore ed era sicuro di aver utilizzato Pfizer. Anche sul certificato è stato attestato l’utilizzo del siero americano. Nel frattempo è stata aperta un’indagine interna da parte dell’Asl e potrebbe aprirsi anche un’inchiesta dalla magistratura, soprattutto se una delle 44 persone coinvolte decidesse di sporgere denuncia.

Le persone coinvolte, sono tutti napoletani tra i 18 e i 38 anni, e sono state contattate dall’Asl che ha provveduto a spiegare quanto accaduto: “Nessuna macchina organizzativa o azione umana, per quanto ci si possa lavorare, e’ scevra da errori – ha detto Ciro Verdoliva, direttore generale dell’Asl Napoli 1 Centro, a La Repubblica – nonostante la massima attenzione e i protocolli che abbiamo messo in campo, quanto accaduto ci ricorda che non si puo’ e non si deve mai abbassare la guardia. Va anche detto che l’errore, in questo caso, ha come risultato l’immunizzazione da un virus che e’ sempre e comunque il rischio maggiore”.