Covid e discoteche, domani il vertice al Ministero: “Si potrà accedere solo con green pass”

Covid e discoteche, domani il vertice al Ministero: “Si potrà accedere solo con green pass”

Secondo le indiscrezioni potrà entrare solo chi è vaccinato, chi è guarito dal virus o che ha tampone negativo nelle 36 ore precedenti


NAZIONALE – Della riapertura delle discoteche – unico settore per il quale non c’è ancora una data chiara per la ripresa dell’attività – si discuterà domani al ministero della Salute. Con ogni probabilità si tratterà di fissare un rigido protocollo con misure di sicurezza dettagliate anche per evitare quanto accadde l’anno scorso. “Non sono stato informato. In ogni caso siamo pronti a collaborare per riaprire discoteche e locali da ballo in piena sicurezza”, ha affermato all’Adnkronos, Maurizio Pasca, presidente nazionale Silb-Fipe.

“Una riapertura nei tempi e nei modi dovuti – spiega Pasca – naturalmente in totale sicurezza per le persone. Chiederemo la riapertura con il green pass, cioè potranno entrare in discoteca coloro che sono vaccinati, che hanno contratto e sono guariti dal virus o che hanno tamponi negativi nelle 36 ore precedenti. Insomma siamo pronti a creare delle ‘bolle di sicurezza’ nel locali da ballo”.

“Credo sarebbe giusto incontrarsi e aprire un tavolo di lavoro anche perché noi non siamo pulsanti o interruttori che accendi e spegni – spiega Pasca – abbiamo bisogno di programmazione e per questo non vogliamo aprire domani, ma il 21 giugno verrà abolito il coprifuoco su tutto il territorio nazionale e programmare una riapertura i primi luglio darebbe la possibilità di poter salvare almeno la stagione estiva. Riaprire in sicurezza per dare divertimento sano e sicuro. – conclude Pasca – anche perché altrimenti tre milioni di ragazzi, nel fine settimana specialmente, con le discoteche chiuse andranno ad affollare, andranno ad assembrarsi nelle piazze o in luoghi non controllati: meglio le discoteche dove invece il controllo c’è”.