Escursione finita in tragedia: Chiara, giovane mamma, precipita da 300 metri d’altezza e muore

Escursione finita in tragedia: Chiara, giovane mamma, precipita da 300 metri d’altezza e muore

Secondo le prime ricostruzioni l’incidente sarebbe avvenuto a causa della nebbia che non consentiva una perfetta visibilità


TOSCANA – Una vera e propria tragedia quella che si è consumata nel Comune di Chiesina Uzzanese, in Toscana: durante un’escursione sulle Alpi  Chiara Galligani, escursionista esperta, è precipitata da un’altezza di quasi 300 metri ed è deceduta.
Molto probabilmente, secondo le prime ricostruzioni, l’incidente è avvenuto a causa del maltempo, dato che nella zona c’era una fitta nebbia che non consentiva una perfetta visibilità, tant’è che perfino i soccorsi sono arrivati con consistente ritardo.

“Una splendida mamma, una donna propositiva. Chiara era una donna dinamica, ma attenta e non certo avventata”, sono state queste le parole di Fabio Berti, il sindaco di Chiesina Uzzanese, dove la donna era residente. Chiara lascia due figli, ed era da sempre una grande appassionata di trekking ed escursioni: “Una passione che è aumentata dopo la morte del padre, molto conosciuto in Paese. È lassù in montagna, lontana dal caos, che trovava la sua tranquillità. Non poche volte prendeva una tenda e partiva con un gruppo di amici”, ha terminato il primo cittadino.