Giugliano, domani l’assemblea organizzata da Potere al Popolo: “Riapriamo la Biblioteca Comunale”

Giugliano, domani l’assemblea organizzata da Potere al Popolo: “Riapriamo la Biblioteca Comunale”

“Ridare ai giovani uno spazio dove ritrovarsi, studiare e socializzare deve essere un imperativo”


GIUGLIANO – Nella giornata di domani, sabato 5 giugno, si terrà a Giugliano un’assemblea pubblica fuori lo spiazzale della Biblioteca Comunale organizzata dal movimento “Potere al Popolo” di Giugliano, a cui parteciperanno tutti i giovani giuglianesi (e non) che si ritengono privati da tempo un quello che a loro detta dovrebbe essere un bene comune, e per questo indispensabile, che invece da troppo è inagibile: la biblioteca. Con noi ha parlato Michele, attivista di “Potere al Popolo”, che ci ha spiegato quelli che saranno i punti salienti dell’evento di domani.

“La Biblioteca è chiusa ormai da tempo, addirittura da prima della pandemia, a causa di alcuni lavori di messa in sicurezza e di rifacimento dell’impianto antincendio, ma secondo molti studenti e secondo il movimento “Potere al Popolo” quelli che dovevano essere semplici lavori di manutenzione, appunto, stanno durando fin troppo. Il tutto è aggravato dal fatto che non vengano dati aggiornamenti in merito alla questione, che passa in secondo piano rispetto a tante altre – ha esordito Michele – ma in realtà la chiusura di uno spazio che promuova non solo la possibilità di studio in un ambiente favorevole e specifico come la biblioteca, ma anche la possibilità alla socialità, che è la base del corretto sviluppo di una comunità grande come quella di Giugliano, è una questione che va affrontata al pari di tante altre problematiche importanti”.

“Noi crediamo che non si stia tenendo conto del fatto che la necessità di manutenzione sia sicuramente un imperativo, ma che altrettanto lo sia la garanzia di dare ai giovani uno spazio dove ritrovarsi, studiare e socializzare, soprattutto per il quale in città non ci sono alternative. La mancanza di spazi aggregativi che promuovano anche la cultura non è all’altezza di un Comune come Giugliano, e questa questione dovrebbe essere tra le priorità di quest’amministrazione. Vogliamo risposte immediate”.

La risposta del sindaco

La nostra redazione ha portato all’attenzione del primo cittadino di Giugliano, Nicola Pirozzi le problematiche presentate dai giovani portavoce del movimento “Potere al Popolo”, e la risposta è stata caratterizzata dal delineare un percorso, già in programma dall’amministrazione, concernente il ripristino del servizio comunale della Biblioteca. Nello specifico, per quanto concerne il futuro scenario di attuazione di medio-lungo periodo, la Biblioteca Comunale è stata già inserita nella “Programmazione delle risorse per investimenti in progetti di rigenerazione urbana”, per ia quale è in previsione uno stanziamento di 760.000 euro. Questo è documentabile da una delibera di giunta comunale (clicca qui per andare al documento), pubblicata sul sito istituzione comunale in data 31 maggio, recente il numero 77., facilmente accessibile ai cittadini che volessero approfondire i termini della detta programmazione. Anche nell’immediato, tuttavia, è in previsione un progetto che punti a realizzare, mediante una variazione di bilancio, attraverso l’utilizzo dei fondi comunali, l’adeguamento della struttura alle norme antincendio e di agibilità, in modo che possa essere fruibile nel breve termine almeno la zona dedicata allo studio e alla socialità (quindi non il teatro n.d.r.).

“Questo è il progetto nel breve termine, che rappresenta un passo avanti da parte dell’amministrazione per favorire i giovani nell’immediato. Lo stanziamento dei fondi per il ripristino delle zone essenziali dell’impianto sarà attuato nel minor tempo possibile per venire incontro alle esigenze dei ragazzi, nell’attesa di una riqualificazione più ampia in vista dell’attuazione del programma europeo di rigenerazione urbana”.