Il dramma di Nicola: ricerche senza esito nella notte appena trascorsa

Il dramma di Nicola: ricerche senza esito nella notte appena trascorsa

Il termo scanner sull’elicottero dell’Aeronautica non ha dato alcun segnale di presenza umana tra i boschi


PALAZZOLO SUL SENIO – Un’intera notte di ricerche ma, purtroppo, nessun risultato. E le speranze che l’epilogo di questa assurda storia possa essere positivo si affievoliscono sempre di più.

Non si fermeranno neanche oggi le squadre di soccorritori per capire dove sia Nicola Tarturli, il bimbo di 21 mesi scomparso nel nulla. Purtroppo le ricerche non hanno dato esito alcuno. L’elicottero HH-139 B dell’Aeronautica militare, dotato di termo scanner, in volo da stanotte non ha rilevato alcuna presenza umana durante il sorvolo.

E allora stamattina i soccorritori faranno un primo punto sulle ricerche per capire come muoversi di qui in avanti accelerando nei controlli.

È un vero e proprio incubo, nato dalla denuncia dei genitori, una coppia di apicoltori che vive in località Campanara, una zona isolata nel comune di Palazzuolo sul Senio, che dopo aver messo il piccolo a letto sono andati a controllare se stesse dormendo e non l’hanno più trovato. L’ipotesi che si sia allontanato da solo è al momento la più accreditata dagli investigatori.