Incidente nel napoletano, bus dell’Eav si schianta contro un palazzo

Incidente nel napoletano, bus dell’Eav si schianta contro un palazzo

Nello schianto è stata colpita anche una vettura di un cittadino


SAN GIORGIO A CREMANO – Attimi di paura nel pomeriggio di ieri a San Giorgio a Cremano, ai piedi del Vesuvio dove un autobus, per cause ancora in fase di accertamento, si è schiantato violentemente contro un palazzo della zona. Sul luogo dell’incidente è intervenuta un’ambulanza del 118, la polizia locale ed una pattuglia delle forze dell’ordine.

LA VICENDA

Erano le ore 17:00 circa quando un pullman dell’azienda Eav, improvvisamente si è schiantato contro un palazzo della zona. Al momento ancora non si conoscono le cause che hanno portato al sinistro, molto probabilmente un malore che ha colpito l’autista. Nello schianto è stata colpita anche una vettura di un cittadino.

Immediatamente si è fatta una folla di cittadini che hanno prestato soccorso al malcapitato ed hanno avvertito le forze dell’ordine.

Adolfo Vallini, sindacalista nonché conducente di autobus:

“Sono diversi gli studi internazionali che attribuiscono lo scettro di lavoro più stressante del mondo al conducente di autobus. Eppure sono tante le aziende di trasporto che lasciano i propri dipendenti alla guida dei mezzi fino alla pensione. Senza prevedere mansioni alternative e, soprattutto, senza attuare le necessarie misure di prevenzione contro lo stress e le aggressioni verbali e fisiche.

Come sindacato USB, al fine di abbassare i livelli di stress lavoro correlato tra gli autisti, abbiamo più volte proposto ad alcune Aziende di utilizzare i conducenti di autobus, almeno 5 mesi all’anno, per le attività di controllori, ausiliari al traffico e per la movimentazione a vuoto dei veicoli aziendali. Una soluzione che porterebbe ad una drastica diminuzione dei casi di inidoneità e favorirebbe una maggiore produttività, anche sotto l’aspetto dei ricavi derivanti dalla lotta all’evasione sui bus e dagli stalli a pagamento”.