Incidente sul Lago di Garda, i risultati dell’autopsia: Greta è morta per annegamento. Spuntano i video

Incidente sul Lago di Garda, i risultati dell’autopsia: Greta è morta per annegamento. Spuntano i video

Nelle immagini si vede uno dei due 52enni tedeschi indagati per omicidio colposo e omissione di soccorso, che fatica a stare in piedi e barcolla fino a cadere in acqua


BRESCIA – Greta Nedrotti è morta per annegamento. Lo ha stabilito l’autopsia sul corpo della 25enne che sabato scorso era su una barca ferma sul lago di Garda con l’amico Umberto Garzarella, 37enne, morto anche lui, ed è stata travolta da un motoscafo guidato da due 52enni tedeschi. La donna ha riportato numerose fratture, ma il decesso è avvenuto per annegamento. Greta è stata recuperata dopo 12 ore a cento metri di profondità. Umberto invece è molto sul colpo: l’impatto con l’imbarcazione dei due tedeschi gli ha reciso l’aorta addominale ed è deceduto immediatamente.

Agli atti dell’inchiesta è finito un video dell’arrivo del motoscafo guidato dai tedeschi che hanno provocato l’incidente. Nelle immagini, riprese alle 23.35 di sabato scorso da una telecamera di sicurezza, pubblicate oggi dal Giornale di Brescia, si vede uno dei due 52enni tedeschi indagati per omicidio colposo e omissione di soccorso, che fatica a stare in piedi e barcolla fino a cadere in acqua. È lo straniero che 15 ore dopo accetterà di sottoporsi al test dell’etilometro che risulterà negativo, l’altro invece si è rifiutato.