Mamma dimentica la figlia di 2 anni nel carrello della Lidl: il nonno la salva

Mamma dimentica la figlia di 2 anni nel carrello della Lidl: il nonno la salva

La donna era convinta che la figlia stesse con la sorella. Si è accorta di quanto accaduto soltanto al rientro a casa


FIRENZE – Una bimba di due anni e mezzo è stata dimenticata in un supermercato di Firenze, mentre dormiva in un passeggino in mezzo agli scaffali. La mamma ora rischia una denuncia per abbandono di minore.

Erano ​le 20,40 di martedì 1 giugno, quando alla centrale operativa dei carabinieri è arrivata una richiesta d’intervento alla Lidl di via D’Annunzio: poco prima un cliente del supermercato aveva notato la piccola he dormiva nel passeggino all’interno del carrello, senza nessuno accanto, tra le corsie e subito ha segnalato la circostanza al personale dell’esercizio commerciale che nel frattempo ha cercato invano di trovare i genitori. ​ I medici del 118 hanno verificato le condizioni di salute della bimba, che nel frattempo si era messa a piangere perché spaventata e senza mamma. Soltanto più tardi è entrato al supermercato un cittadino egiziano di 64 anni che ha riferito di essere il nonno materno delle bambina: l’ha presa in braccio rassicurandola.

Successivamente sono sopraggiunti la madre ed il padre che in un italiano approssimativo tentavano di spiegare l’equivoco alla base della “dimenticanza”. I carabinieri della Compagnia di Firenze, chiamati al supermercato, hanno provato a ricostruire la vicenda. Hanno poi riaffidato la piccola alla madre non ravvisando pericolo per l’integrità psico-fisica della minore ma la donna rischia comunque una denuncia. A quanto pare quest’ultima era convinta che la figlia stesse con la sorella. Si è accorta di quanto accaduto soltanto al rientro a casa