Morta a 18 anni dopo AstraZeneca, Camilla soffriva di una patologia autoimmune

Morta a 18 anni dopo AstraZeneca, Camilla soffriva di una patologia autoimmune

Gli investigatori vogliono capire se le due patologie fossero state indicate nella scheda consegnata prima della somministrazione del vaccino


GENOVA – Soffriva di una patologia autoimmune familiare,  Camilla Canepa, la 18enne di Sestri Levante, morta ieri a causa di una trombosi celebrare. La giovane si era sottoposta volontariamente alla somministrazione del vaccino AstraZeneca durante un  Open Day. Soffriva, precisamente, di  piastrinopenia autoimmune familiare ed assumeva una doppia terapia ormonale.

Gli investigatori vogliono capire se le due patologie fossero state indicate nella scheda consegnata prima della somministrazione del vaccino, il 25 maggio. Tra i documenti che stanno acquisendo i militari anche le relazioni dei dirigenti medici del San Martino Pelosi e Brunetti. Martedì verrà dato l’incarico ai medici legali Luca Tatjana e Franco Piovella.