Muore di trombosi a 54 anni dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino AstraZeneca

Muore di trombosi a 54 anni dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino AstraZeneca

“Mio padre era sano. Perché sia finita così non riusciamo a spiegarcelo. Vogliamo chiarezza”, queste le parole della figlia di Gianluca


BRESCIA – Ancora una morte sospetta legata ai vaccini. Un 54enne di Flero, in provincia di Brescia, è morto di trombosi. Gianluca Masserdotti, secondo quanto riportano l’edizione bresciana del Corriere della Sera e il giornaledibrescia.it, aveva ricevuto la prima dose di vaccino AstraZeneca, lo scorso 29 maggio.

«Mio padre era sano. Perché sia finita così non riusciamo a spiegarcelo. Vogliamo chiarezza» queste le parole della figlia la figlia.

Sulla vicenda indaga la Procura che ha aperto un’inchiesta.

I funerali del 54enne saranno celebrati lunedì alla parrocchiale di Flero alle 10.30. Sui social network sono centinaia i commenti di chi lo ricorda e ha appreso con sgomento della prematura scomparsa.

L’episodio bresciano si aggiunge ai numerosi registrati in varie località d’Italia (il più clamoroso il caso della 18enne Camilla, a Genova) che hanno portato anche ad una rivalutazione delle linee per la campagna vaccinale, con l’esclusione del ricorso ad AstraZeneca per gli under 60. Già da oggi la Lombardia ha disposto la somministrazione di seconde dosi di altro vaccino a quanti avendo meno di 60 anni avevano ricevuto per la prima dose il siero della società anglo-svedese.