Napoli, neomelodico ai 18 anni del figio del boss, arriva la Polizia: nei guai Marco Calone

Napoli, neomelodico ai 18 anni del figio del boss, arriva la Polizia: nei guai Marco Calone

L’uomo ha riferito di non sapere da chi fosse stato ingaggiato


NAPOLI – Ieri sera gli agenti del Commissariato Bagnoli, su disposizione della Centrale Operativa, sono intervenuti in via Di Nisio per la segnalazione di una festa in strada con musica ad alto volume.

I poliziotti, giunti sul posto, hanno visto numerose persone che alla loro vista si sono allontanate, ed hanno fermato ed identificato e  due uomini, un cantante neomelodico ed il suo manager, napoletani di 27 e 59 anni, e li hanno sanzionati per inottemperanza alle misure anti Covid-19 per aver organizzato uno spettacolo senza garantire le misure idonee ad evitare assembramenti.

Si stava festeggiando il diciottesimo compleanno del figlio di un boss di Bagnoli che scarcerato un paio di anni fa dopo oltre 20 anni di detenzione e di recente nuovamente arrestato, sospettato di avere cercato di riorganizzare il clan che nel frattempo, secondo la Dda, veniva guidato dalla moglie.

Il neomelodico sanzionato è Marco Calone il quale ha riferito di non sapere da chi fosse stato ingaggiato.

COMUNICATO STAMPA

FOTO DI REPERTORIO