Napoli, sempre più aggressioni al pronto soccorso: sputi e spintoni contro i sanitari a Villa Betania

Napoli, sempre più aggressioni al pronto soccorso: sputi e spintoni contro i sanitari a Villa Betania

Improvvisamente il paziente si alza dalla barella ed incomincia a distruggere tutto quello che ha a portata di mano


SAN GIOVANNI A TEDUCCIO – Ancora aggressioni ai danni del personale sanitario, questa volta è stato distrutto il pronto soccorso di Villa Betania. Secondo quanto raccontato in un post dalla pagina facebook Nessuno Tocchi Ippocrate, l’ambulanza del 118 avrebbe soccorso un uomo ritrovato a terra a San Giovanni a Teduccio e lo avrebbero trasportato in ospedale. Arrivato al pronto soccorso però, il paziente ha scatenato l’inferno.

Questo il post: “È successo pochi minuti fa……l’ ambulanza 118 del Crispi trova persona a terra a San Giovanni a Teduccio in stato soporoso, si fermano, lo caricano in ambulanza , ed in tutta tranquillità lo trasportano a Villa Betania. Improvvisamente il paziente si alza dalla barella ed incomincia a distruggere tutto quello che ha a portata di mano:

– barella della ambulanza
– computer di triage
– stampanti
– porte scorrevoli
In pratica l’inferno in pochi secondi!
Naturalmente non sono mancati spintoni all’equipaggio della ambulanza e persino sputi!
Immediatamente è stata allertata la polizia che in questi minuti sta identificando il soggetto!
“Altra ferita profonda alla assistenza territoriale, perché continuiamo ad essere così invisibili alle istituzioni?”