Palazzo di 12 piani crollato, si scava tra le macerie: “È una catastrofe”

Palazzo di 12 piani crollato, si scava tra le macerie: “È una catastrofe”

Qualcuno sui media americani ha paragonato le scene a quelle dell’11 settembre, “È come se l’edificio fosse stato colpito da un missile” , ha detto una testimone


MIAMI – Una corsa contro il tempo per ritrovare i dispersi tra le macerie del palazzo di 12 piani crollato ieri a Miami. Sono almeno 99 le persone che non sono state ritrovate, quindi il bilancio dell’incidente potrebbe trasformarsi in una strage. L’Abc parla di 3 morti e 99 dispersi, mentre la Cnn riferisce la sicurezza di un morto, 99 dispersi e 102 persone ritrovate vive.

Per evitare altri crolli e con la speranza di raggiungere i sopravvissuti le squadre hanno iniziato a scavare un tunnel nel parcheggio sotterraneo. Diversi appartamenti dell’edificio venivano usati come seconde case da stranieri ed è quindi probabile che molti di essi fossero vuoti. Cosa abbia generato il crollo non è ancora chiaro, le indagini verranno aperte quando termineranno le operazioni di soccorso, al momento si sa che sul tetto dell’edificio erano in corso dei lavori ma non è noto se questo possa aver avuto un ruolo importante nella catastrofe.

Qualcuno sui media americani ha paragonato le scene a quelle dell’11 settembre, “È come se l’edificio fosse stato colpito da un missile” , ha detto una testimone. Le immagini delle videocamere di sorveglianza sono davvero toccanti e lasciano poca speranza di ritrovare altri sopravvissuti.  “Non molliamo – ha detto il sindaco Charles Burkett in dichiarazioni riportate dalla Cnn – Negli Stati Uniti gli edifici non crollano in questo modo. È una catastrofe”.