Pesto genovese ritirato dai supermercati: “Possibile contaminazione microbiologica”

Pesto genovese ritirato dai supermercati: “Possibile contaminazione microbiologica”

Il presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda ai clienti di non consumare il pesto con la data di scadenza e il numero di lotto indicati e restituirli al punto vendita d’acquisto


NAZIONALE – Esselunga ha segnalato sul proprio sito internet il richiamo di un lotto di pesto genovese fresco senza aglio a marchio Pastificio Novella perché “non conforme ai criteri di sicurezza alimentare di cui al Reg. 2073/05”, che stabilisce i criteri microbiologici per i prodotti alimentari. Le confezioni interessate dal provvedimento sono quelle da 130 grammi, con il numero di lotto L171 e la data di scadenza 19/06/2021.

Il pesto genovese richiamato è stato prodotto da Pastificio Novella Sas, nello stabilimento di via Caorsi 6, a Sori, nella città metropolitana di Genova. A scopo precauzionale e al fine di garantire la sicurezza dei consumatori, Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, raccomanda ai clienti di non consumare il pesto con la data di scadenza e il numero di lotto indicati e restituirli al punto vendita d’acquisto. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il produttore al numero 0185 700812.