Rimosso altarino abusivo dedicato a tre giovani pregiudicati nel napoletano

Rimosso altarino abusivo dedicato a tre giovani pregiudicati nel napoletano

L’altarino abusivo era stato realizzato sul marciapiede pubblico di piazza Licerta ed è stato rimosso grazie a un intervento del Comune col comando di polizia municipale, in collaborazione con Prefettura, Procura e tutte le forze dell’ordine


CASTELLAMMARE  – Nel centro storico Castellammare di Stabia, nella mattinata del 7 giugno, è stato smantellato un altarino dedicato a tre pregiudicati, Nicola Martinelli, figlio di Raffaele affiliato al clan D’Alessandro, Francesco Tremante e Mario Calvo.

L’altarino abusivo era stato realizzato sul marciapiede pubblico di piazza Licerta ed è stato rimosso grazie a un intervento del Comune stabiese con il comando di polizia municipale, in collaborazione con Prefettura, Procura e tutte le forze dell’ordine.

“Ringraziamo il prefetto e le forze dell’ordine per questi interventi atti a cancellare la glorificazione della camorra e della criminalità.  La strada da seguire è questa, ora non resta che proseguire con ancora maggiore convinzione, determinazione e caparbietà. La legalità deve vincere ed i volti degli eroi e delle vittime di camorra devono sostituire la celebrazioni di boss e delinquenti.”- si è così espresso in merito il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli con le rappresentanti territoriali di Europa Verde Marilena Schiano Lo Moriello ed Elena Marini.