Salerno, scoperto a svolgere un doppio lavoro: dipendente Inps sospeso dall’incarico

Salerno, scoperto a svolgere un doppio lavoro: dipendente Inps sospeso dall’incarico

Secondo la Gdf l’uomo avrebbe incassato somme di denaro derivanti da clienti di un Caf gestito da suo figlio


SALERNO –  Sospensione dal servizio per i reati di truffa e accesso abusivo al sistema informatico. È questo il risultato di un’indagine messa in atto dalla Guardia di Finanza a carico di un dipendente dell’Inps e partita dalla denuncia di un cliente del Caf del figlio dell’uomo.

Le fiamme gialle, in collaborazione con l’ufficio provinciale dell’istituto di previdenza, hanno scoperto che il dipendente da almeno tre anni aveva di fatto una attività extra lavorativa non consentita dal suo rapporto di lavoro con un ente pubblico.

La segnalazione era arrivata, come detto, da un cliente del patronato che aveva segnalato ai baschi verdi di aver ricevuto la richiesta di 800 euro dal patronato con il quale aveva sbrigato una pratica amministrativa, pretesa anomala visto che i servizi dei patronati vengono pagati direttamente dal Ministero del Lavoro.

Da accertamenti bancari sono emersi degli accrediti diversi sul conto dell’indagato, un 60enne Salernitano, che erano stati probabilmente corrisposti dai clienti del patronato. In tal senso sono stati accertati oltre 41mila accessi alle banche dati per ottenere informazioni utili al disbrigo delle diverse pratiche gestite dal patronato.

Un vero e proprio secondo lavoro abusivo, dunque: sulla questione verranno svolte ulteriori indagini per capire il volume d’affari costruito dall’uomo.