Sgominata la banda delle Asl: arrestati in 4, sono tutti di Giugliano

Sgominata la banda delle Asl: arrestati in 4, sono tutti di Giugliano

Sono indiziati dei reati di associazione a delinquere, rapina aggravata, porto e detezione illegale di armi e ricettazione


GIUGLIANO – Sgominata la banda delle Asl. La Squadra Mobile di Napoli ha dato esecuzione ad un ordine di custodia cautelare emessa dal Gip su richiesta della Procura della Repubblica del Tribunale di Napoli Nord. Il provvedimento ai danni di Antonio Maddaluno, Walter Pirozzi, Paolo Cacciapuoti, questi tre già in carcere dopo l’arresto in flagranza, e Maurizio Pezzurro, rispettivamente di 45, 41, 42 e 45 anni.

Sono tutti di Giugliano e gravemente indiziati dei reati di associazione a delinquere, rapina aggravata, porto e detezione illegale di armi e ricettazione. Il provvedimento rappresenta il risultato di un’attività di indagine partita a seguito di alcuin raid messi a segno tra settembre 2020 e aprile 2021 all’interno di alcune Asl del territorio.

I rapinatori, col volto travisato da passamontagna, immobilizzavano i presenti sottraendo il denaro presente all’interno del ‘Totem’ o ‘Punto Giallo’, relativo ai ticket ospedalieri. Lo stesso veniva aperto con l’utilizzo di una sega smerigliatrice ed altri oggetti atti allo scasso. Il bottino si aggirava mediamente tra i 7mila e i 9mila euro. Maddaluno, Pirozzi e Cacciapuoti erano stati arrestati il 27 aprile scorso all’esterno dell’Asl di Afragola dove si erano impossessati di oltre 6mila euro. Oggi anche l’ultimo della banda, Maurizio Pezzurro, è finito in manette.