Si sente male dopo la partita di calcetto: Mattia muore a soli 26 anni

Si sente male dopo la partita di calcetto: Mattia muore a soli 26 anni

I ragazzi che erano con lui si sarebbero offerti di portarlo al Pronto soccorso, ma lui avrebbe rifiutato


PERUGIA – Una morte assurda che strazia il cuore di chi lo amava. Che lascia sgomenti perché totalmente inaspettata. Mattia Chiani, un ragazzo di Perugia, di appena 26 anni, era un giovane in salute, senza problemi noti. Lunedì sera era stato a giocare a pallone. Una partita a calcetto con gli amici.

Al termine del match coi compagni di una vita ha preso a sudare freddo, aveva qualcosa che deve essere stato percepito come mal di stomaco. I ragazzi che erano con lui si sarebbero offerti di portarlo al Pronto soccorso, ma lui avrebbe rifiutato dicendo di aver avuto già un problema  simile che si era risolto con nulla di grave. Ma lunedì sera purtroppo non è andata allo stesso modo. Il ragazzo si sarebbe fatto riaccompagnare a casa dagli amici. Lì avrebbe preso qualcosa di caldo prima di farsi un bagno. Forse ha detto ai genitori che non stava benissimo. Dopo un po che non usciva dal bagno hanno cercato di chiamarlo, senza esito. Quando sono entrati Mattia forse non c’era già più. Hanno tentato tutto il possibile. Hanno chiamato il 118, ma anche  i sanitari, nonostante lunghe manovre di rianimazione, non sono riusciti nel miracolo. I funerali di Mattia si terranno domani, giovedì 10 giugno, alle 10 nella chiesa di San Barnaba.

FONTE: CORRIEREDELLUMBRIA.IT