Sparatoria a Ibiza, buone notizie per lo chef Antonio Amore: è fuori pericolo di vita

Sparatoria a Ibiza, buone notizie per lo chef Antonio Amore: è fuori pericolo di vita

Il 28enne napoletano era rimasto coinvolto in un vero e proprio agguato due giorni fa durante una festa privata


IBIZA – Risaliva a due giorni fa la notizia di una sparatoria avvenuta durante una festa privata ad Ibiza nella quale erano stati coinvolti vari campani. Due i feriti, un 35enne ed un 28enne, quest’ultimo trasportato in ospedale in condizioni gravissime per ferite alla testa e alla gamba destra, mentre a sparare, secondo gli elementi raccolti dagli investigatori spagnoli, era stato un uomo di 33 anni, Michele Guadagno, anch’egli campano. I fatti erano accaduti nella zona del Polígono de Ca Na Palava.

Il 28enne, Antonio Amore, era stato prontamente sottoposto ad un delicato intervento chirurgico, e sarebbe proprio l’organizzatore della festa che si stava tenendo all’interno di una villa privata. È qui che, improvvisamente, avrebbero fatto irruzione alcuni uomini armati, una banda composta dal 33enne e probabilmente da altre due persone. Avrebbero fatto fuoco più volte per poi scappare e far perdere le proprie tracce.

Ebbene, per fortuna, sono rassicuranti le notizie che arrivano dalla vittima dell’agguato: lo chef Antonio Amore è fuori pericolo. A confermarlo un messaggio di poche parole, in italiano e in spagnolo, che ieri sera è rimbalzato tra i profili social degli amici dell’uomo. Amore era stato raggiunto in totale da sei proiettili, tre alle gambe e altrettanti alla testa, in quella che sembra una esecuzione. È stato operato d’urgenza e, sebbene le sue condizioni restino gravissime, i medici hanno escluso il pericolo di vita.